Non abbiamo scelto di venire al mondo, ma abbiamo il diritto di scegliere dove vivere l'eternità.

Blog

La Voce che innalza

Tutti noi siamo frutto o risultato delle voci che ascoltiamo. Se ascoltiamo la voce dei deboli, saremo deboli. Se ascoltiamo la voce del diavolo, saremo insicuri, dubbiosi, ansiosi, preoccupati, paurosi, poiché la voce a cui diamo ascolto detterà le reazioni che avremo in ogni e qualsiasi situazione che passiamo.

Se ascoltiamo la Voce di Dio, saremo forti, coraggiosi, determinati e sicuri. Come è scritto:

La voce del SIGNORE è potente, la voce del SIGNORE è piena di maestà. La voce del SIGNORE rompe i cedri; il SIGNORE spezza i cedri del Libano. Fa saltellare i monti come vitelli, il Libano e l’Ermon come giovani bufali. La voce del SIGNORE fa guizzare i fulmini. La voce del SIGNORE fa tremare il deserto; il SIGNORE fa tremare il deserto di Cades. Salmi 29:4-8

La Voce di Dio ci farà affrontare qualsiasi cosa, anche la morte, se necessario, poiché è come un tuono per coloro che l’ascoltano.

Però, smettendo di ascoltare la Voce di Dio, perdiamo il completo controllo della situazione, nemmeno gli stessi miracoli ricevuti e visti, lungo la nostra vita, potranno sostenerci nei momenti difficili.

Questo è il motivo per cui molti cadono nella fede, tanti “ex” che abbiamo tra di noi, uomini e donne che sono stati tanto usati, che hanno provato il potere di Dio, hanno visto questo potere nelle loro vite e nelle vite di coloro che si prendevano cura, ma quando hanno smesso di ascoltare la Voce di Dio per ascoltare quella del cuore, quella degli uomini, quella del mondo, quella del diavolo, sono finiti per naufragare e perdere il Suo più grande Tesoro.

I discepoli vissero quest’esperienza. Durante tre anni, hanno ascoltato la Voce di Gesù quotidianamente, e questo li dava fiducia, sicurezza, però, quando sono rimasti soli, si sono dimenticati di tutto ciò che avevano visto e ascoltato dal Signore, e hanno avuto così tanta paura che si sono nascosti e disperati dopo la morte del Signore.

La sera di quello stesso giorno, che era il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, Gesù venne e si presentò in mezzo a loro, e disse: «Pace a voi!» E, detto questo, mostrò loro le mani e il costato. I discepoli dunque, veduto il Signore, si rallegrarono. Allora Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre mi ha mandato, anch’io mando voi». Detto questo, soffiò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo. Giovanni 20:19-22

Vedi che, per tante volte, Gesù disse qualcosa, era la Voce di Dio per rafforzarli nuovamente, rinnovarli nella loro fede. E, alla fine, Lui soffiò lo Spirito Santo affinché, da quell’istante, si trovasse dentro di loro, lavorando in loro, parlando con loro, per mantenerli forti, cosa che è realmente accaduta.

Da quel momento in poi, i discepoli nacquero di nuovo e iniziarono ad essere forti come il Signor Gesù aveva detto loro.

Questo ci mostra la grande necessità di ricevere la nuova nascita e il battesimo con lo Spirito Santo, poiché, solamente così la Voce di Dio si troverà dentro di ognuno di noi, guidandoci, insegnandoci, rafforzandoci ogni istante della nostra vita.

Ognuno di noi deve decidere quale voce vuole ascoltare.

Se sei debole, pensando a sciocchezze, scoraggiato, triste con qualcosa o con qualcuno, mostra già quale voce stai ascoltando e stai alimentando nella tua mente, e questo può causare il peggio di tutte le cose: la perdita della tua Salvezza.

Ma, se decidi di ascoltare la Voce di Dio e ti lasci guidare da essa, quindi sarai forte, supererai tutte le difficoltà che stai vivendo e niente né nessuno potrà impedirti di vincere:

In verità, in verità vi dico: l’ora viene, anzi è già venuta, che i morti udranno la voce del Figlio di Dio; e quelli che l’avranno udita, vivranno. Giovanni 5:25

Ha collaborato: Vescovo Franklin Sanches

Vescovo Edir Macedo
Vescovo Edir Macedo

Partecipa! Scrivi il tuo commento su questo post

Lo sai che puoi ricevere i messaggi del mio blog anche per e-mail