Non abbiamo scelto di venire al mondo, ma abbiamo il diritto di scegliere dove vivere l'eternità.

Blog

Per la fede il giusto si rivolta…

A causa della Sua natura spirituale, Gesù era Un Rivoltato. E non poteva essere diverso.

In fin dei conti, per essere posseduto dallo Spirito di Giustizia non si sarenne inclinato al regno dello spirito dell’ingiustizia.

Tutte le persone possedute dallo Spirito di Dio portano con sè la rivolta contro gli spiriti di corruzione spirituale e morale.

Per i tali, è inammissibile avere lo Spirito di Dio e, allo stesso tempo, essere soggetto alle ingiustizie che, in fondo, in fondo, provengono dall’inferno.

L’autorizzazione divina in questo non è un segno della Sua volontà. Al contrario, Dio permette l’azione dei nemici della giustizia affinchè i Suoi figli, figli della Giustizia, si rivoltino, lottino e prevalgano contro di loro.

Questo sveglierà la fede dei sinceri ingannati. Per farli vedere che c’è Un Dio Vivo e Onnipotente pronto a liberarli.

Fu così in passato. La Terra Promessa non fu una passeggiata. Nonostante le se sue promesse garantite, dovette essere violentata. Infatti la sua conquista costò la vita di molti. Però, mentre i figli di Israele davano un passo avanti, prendevano possesso di quello spazio.

La presenza di Dio con loro non significava che il cammino sarebbe stato facile.
Nei nostri giorni, non è diverso. Con me non è stato diverso.

Così certo come Dio esiste, so che Lui è con me. Però, mai, mai in nessun momento ho trovato facilità nel mio cammino.

Tu stesso conosci almeno una persona che mi odia gratuitamente, non è così?

Molti anni fa, un bel giorno, ho anche acclamato, dicendo: “Signore, è tutto stato molto difficile per me. Tu sai per chi lotto e non Ti sto occultando i miei obiettivi. Perchè tante barriere di ingiustizie?”

In quell’istante, lo Spirito Santo rispose: “La lotta è grande, ma la vittoria è certa.”

Immediatamente ho recuperato le forze e sono partito per il tutto o niente. In fin dei conti, non avevo e non ho niente da perdere.

Quindi, un consiglio ai miei persecutori: io spaccherò! E qualunque siano le leggi per tentare di impedirmi, esse serviranno di appoggio ai miei piedi per salire più alto ancora.

E, se il mio Signore permetterà che mi uccidiate, sappiate che i semi piantati daranno frutto molto più di quando ero vivo.

Siate benedetti quelli che assumono la fede viva nel Dio Vivo!

DIO è un giusto giudice e un Dio che si adira ogni giorno contro i malfattori. Salmi 7:11

Vescovo Edir Macedo
Vescovo Edir Macedo

Partecipa! Scrivi il tuo commento su questo post

Lo sai che puoi ricevere i messaggi del mio blog anche per e-mail