Non abbiamo scelto di venire al mondo, ma abbiamo il diritto di scegliere dove vivere l'eternità.

Blog

Il calendario di Dio

L’essere umano progetta secondo il calendario naturale, che passa un giorno alla volta. Quando, per esempio, la persona segna un incontro tra un mese, lei dovrà aspettare passare i 30 giorni affinché possa andare all’appuntamento. O allora, quando chiama per chiedere un tipo di servizio e riceve la risposta che potrà essere servita tra 3 mesi, dovrà nuovamente aspettare il tempo determinato. Questo è il calendario umano, quindi, naturale.

Però, esiste il calendario di Dio che non è naturale, e in esso i giorni passano  in modo diverso, come dicono le Sacre Scritture:

Ora, carissimi, non dimenticate quest’unica cosa: che per il Signore un giorno è come mille anni, e mille anni come un giorno. 2 Pietro 3:8

Questo spiega la Fede sacrificale che viviamo nel Fuoco Santo. Colui che crede sale sull’Altare, in un giorno determinato, consegna tutta la sua vita, si svuota. Umanamente parlando, la persona diminuisce, ma dopo questo giorno inizia a crescere in tutto. Vediamo questo nelle testimonianze, colui che prima aveva una vita completamente distrutta, oggi è totalmente trasformato: vita spirituale, finanziaria, famigliare, tutto! Per questo gli increduli dicono che è bugia, poichè dal calendario naturale sarebbe impossibile tanta trasformazione in così poco tempo.

Il più piccolo diventerà un migliaio, il minimo una nazione potente. Io, l’Eterno, affretterò le cose a suo tempo. Isaia 60:22

Il più piccolo e il minimo: Coloro che si diminuiscono sull’Altare quando sacrificano.

Quando la persona va all’Altare, inizia a vivere secondo il calendario di Dio. In questo modo, i giorni valgono più di mille, come dice la Bibbia:

Sì, un giorno nei tuoi cortili val più che mille altroveSalmi 84:10

Il Fuoco Santo è per questo, per una decisione!
Infine, tu vuoi continuare a vivere nel calendario naturale o vivrai nel calendario di Dio?

Vescovo Gonçalves
Ha collaborato: Vescovo Gonçalves

Partecipa! Scrivi il tuo commento su questo post

Lo sai che puoi ricevere i messaggi del mio blog anche per e-mail