Non abbiamo scelto di venire al mondo, ma abbiamo il diritto di scegliere dove vivere l'eternità.

Blog

Come giunse il giorno della Pentecoste, essi erano tutti riuniti con una sola mente nello stesso luogo. Atti 2:1

Il testo sacro è molto preciso nel raccontare il Giorno di Pentecoste: tutti quelli che credevano erano radunati nella stessa ora, nello stesso luogo e aspettando la stessa Promessa. In altre parole, c’era una sola fede, un solo obiettivo e Un solo Spirito. I discepoli non erano ansiosi per sapere come sarebbe stato il compimento della Promessa. Aspettavano soltanto.

La fede intelligente, soprannaturale e sincera non si preoccupa mai con il fattore tempo e le sue circostanze. Il zelante crede nel soprannaturale (invisibile) perchè sa (ha fede) che Dio onora la Sua Parola. Così, lui disprezza tanto i dubbi con rispetto al compimento delle Promesse quanto al tempo nel quale si compirà.

Quanto è sicura la credenza nel soprannaturale?
I discepoli erano riverenti quanto alla festa di Pentecoste. Era una delle tre feste annuali più importanti per i giudei. Veniva celebrata cinquanta giorni dopo la Pasqua. Il suo obiettivo era benedire a Dio per il ricevimento della Legge nel monte Sinai e riconoscerLo come Responsabile per il raccolto benedetto. Con questo, restituivano le Primizie con piacere e allegria nella festa. Tale attitudine di obbedienza era prova di fe intelligente, soprannaturale e sincera.

RISPOSTA DIVINA
É stato esattamente in questo periodo che l’Altissimo scelse i discepoli per compiere la Sua promessa del versamento dello Spirito Santo. É un fatto che non tutti lo hanno ricevuto. Degli oltre 500 discepoli, a quel tempo solo 120 sono stati pieni dello Spirito Santo.
Perchè?
Perchè non tutti credevano con sincerità.

Il sigillo dello Spirito Santo accade soltanto quando il candidato elegge Gesù Cristo come SIGNORE della sua vita, in modo incondizionale. Questo si chiama fede intelligente, soprannaturale e sincera, perchè lui rinuncia, di fatto, del suo proprio io e si sottomette al Padrone del Signore Gesù Cristo. La fedeltà nelle Decime e nelle offerte è una delle caratteristiche di questa sottomissione.

IN QUESTA PRIMA DOMENICA DI GIUGNO, L’UNIVERSALE CELEBRERà LA SECONDA FESTA DI PENTECOSTE IN TUTTO IL MONDO.

CHE IL DIO ALTISSIMO BENEDICA TUTTI I PARTECIPANTI!

Vescovo Edir Macedo
Vescovo Edir Macedo

Partecipa! Scrivi il tuo commento su questo post

Lo sai che puoi ricevere i messaggi del mio blog anche per e-mail