Non abbiamo scelto di venire al mondo, ma abbiamo il diritto di scegliere dove vivere l'eternità.

Blog

In mezzo ai cristiani, Dio è alla ricerca di uomini e donne rivoltati come Giosuè e Caleb:

«Saliamo subito e conquistiamo il paese, perché possiamo certamente farlo».(…) Se l’Eterno si compiace con noi, ci condurrà in questo paese e ce lo darà, “un paese dove scorre latte e miele”. Soltanto non ribellatevi all’Eterno e non abbiate paura del popolo del paese, perché essi saranno nostro cibo; la loro difesa si è allontanata da loro e l’Eterno è con noi; non abbiate paura di loro». Numeri 13.30 e 14.8-9

Dio è alla ricerca di rivoltati come il levita che ha avuto la donna violentata dagli uomini di Gaba, e prese un’attitudine, come:

… Non è mai accaduta e non si è mai vista una cosa simile, da quando i figli d’Israele salirono dal paese d’Egitto fino al giorno d’oggi! … Giudici 19:30

La rivolta è il combustibile della fede e del coraggio. Un rivoltato perde la nozione del pericolo, della paura e parte in quarta, prende attitudini, va per il tutto o niente, si lancia nella dipendenza totale a Dio, mettendo la sua vita, il suo tutto e il suo volere nelle Sue mani.

Se tu hai lo Spirito Santo, sei di Dio, perchè la paura, allora? Perchè accettare passivamente l’attuale situazione? Perchè accettare che le Scritture continuino sulla carta? Perchè avere la vita uguale o peggio di quello dei vicini, parenti, amici, che prendono anche in giro il tuo Dio? Rivoltati ora! Lì dove stai leggendo queste parole, come Davide fece:

Fino a quando, o Eterno, mi dimenticherai? Sarà forse per sempre? Fino a quando mi nasconderai il tuo volto? Fino a quando farò deliberazioni nella mia anima e avrò afflizione nel mio cuore tutto il giorno? Fino a quando s’innalzerà il mio nemico sopra di me? Salmi 13:1-2

Sai fino a quando? Fino a quando uscirai dal tiepido e andrai al cado, uscirai dal dubbio e partirai per la fede, fino a quando non togli il mantello della religiosità e fai ciò che non hai mai fatto sull’Altare. Questa è l’ora. Questo è il tuo turno.

Dio vi benedica!

Vescovo Sergio Corrêa
Ha collaborato: Vescovo Sergio Corrêa

Partecipa! Scrivi il tuo commento su questo post

Lo sai che puoi ricevere i messaggi del mio blog anche per e-mail