Non abbiamo scelto di venire al mondo, ma abbiamo il diritto di scegliere dove vivere l'eternità.

Blog

Ogni essere vivente, per più forte o intelligente che sia, è incapace di prendere qualsiasi attitudine mentre sta dormendo. Nello stesso modo, qualsiasi macchina, per più potente che sia, non può realizzare nessuna operazione se è spenta.

Quando essere viventi e macchine sono in stato di riposo, significa che le loro funzioni non possono essere esercitate in quel momento, per più naturali o semplici che possano essere. L’intorpimento o la mancanza di energia li lascia fragili, vulnerabili, inoperanti ed inutili.

Così è anche la fede, quando è addormentata. A niente serve, e non fa differenza se esiste o meno. Quale profitto ha una forza che non viene utilizzata? O qualcosa che non svolge la funzione che dovrebbe esercitare? A che serve avere, se non si fa nulla con ciò che si ha?

Per stimolarci ad esercitare la fede – sapendo che, all’esercitarla, raggiungeremo tutto quello che vogliamo e abbiamo bisogno – Dio ha lasciato nella Sua Parola ciò che è necessario per svegliarla. Lui ha lasciato la Sua direzione, sotto forma di comandamenti, consigli, esortazioni e promesse; gli strumenti, come preghiere, digiuni, decime, offerte e voti; e gli esempi, le imprese degli eroi della fede e i loro rispettivi frutti. Tutto questo ha la capacità di scuotere la nostra fede, poichè dipende da noi una pratica e ci istiga a fare qualcosa a rispetto di quello che c’è stato proposto e insegnato.

La fede deve essere svegliata affinché possa realizzare quello per cui è stata creata di realizzare, così come esseri viventi hanno bisogno di rimanere svegli per esercitare il loro potenziale, e come le macchine hanno bisogno di essere accese per eseguire operazioni. Non è con parole o con la coscienza di quello che si deve fare che metteremo la fede in funzione, ma è con attitudini. Se tu non prendi attitudini, la tua fede è addormentata, e a niente serve, poichè non ti porterà niente. La maggiore caratteristica della dormienza è la passività, e il più grande segno che qualcosa è sveglio è l’azione.

Chi sa tu ti stai lamentando con Dio perchè Lui non ti ha dato questo o quello, mentre, in verità, Lui ti ha già dato tutte le condizioni per conquistare ciò che vuoi – e queste condizioni si trovano nella tua fede. La questione non è ciò che Dio ti ha smesso di dare, la questione è che cosa hai smesso di fare con quello che Lui ti ha già dato. Che cosa hai fatto con la tua fede? La fede è un regalo di Dio per ognuno di noi, ma siamo noi che scegliamo se faremo buon uso di questo regalo e se la lasciamo da parte a prendere polvere.

Mentre la tua fede sarà addormentata, la tua vittoria sarà anche nel sonno profondo. Ma il risveglio della fede è il risveglio della vita che desideri vivere.

Vescovo Edir Macedo
Vescovo Edir Macedo

Partecipa! Scrivi il tuo commento su questo post

Lo sai che puoi ricevere i messaggi del mio blog anche per e-mail