isTablet() ) { ?>

Non abbiamo scelto di venire al mondo, ma abbiamo il diritto di scegliere dove vivere l'eternità.

Blog

La crisi della fede accade quando si smette di esercitarla. Senza stimoli i muscoli diventano flaccidi e il corpo si deteriora più velocemente. Così è la fede. Senza stimoli, si adatta a se stessa e la sua pratica è relegata alla religiosità.

Dio permette che affrontiamo problemi giustamente perché la nostra fede venga ad essere strumento di tradizione. Lo Spirito Santo orientò i Suoi servi del passato su quest’aspetto.

Il fatto è che ci lamentiamo con Dio quando attraversiamo tribolazioni. Sia famigliari, sentimentale o anche di salute… Non capiamo e ci rifiutiamo di capire il modo di come Dio sta cercando di condurci allo stimolo della fede. Sembra che tutto vada male e stiamo nuotando contro corrente.

L’orientamento Divino è chiarissimo quando punta situazioni nelle quali solo l’azione continua della fede può garantirci la Salvezza eterna.

Solo per la fede e, di fede in fede, è che abbiamo condizioni di avanzare nella conquista e stabilimento della tanto sognata salvezza.
Il nostro avversario non riposa nè si scoraggia, nell’obiettivo di tentare di rimuovere il bene più glorioso dato da Dio: la fede. A causa di questo, lui mette trappole, promuove problemi, infine, crea situazioni difficili tentando di sviare il nostro obiettivo dalla fede. E, se ci riesce, allora arriva lo scoraggiamento della fede e, di conseguenza la caduta.

Dio permette tutto questo. Perchè? Solo per costringerci ad usare la fede!

Come strumento Divino, ha il potere di neutralizzare ogni e qualsiasi dardo infiammato dal male.

Ma é necessario usarla costantemente, quotidianamente fino alla morte!

Vescovo Edir Macedo
Vescovo Edir Macedo

Partecipa! Scrivi il tuo commento su questo post

Lo sai che puoi ricevere i messaggi del mio blog anche per e-mail