Non abbiamo scelto di venire al mondo, ma abbiamo il diritto di scegliere dove vivere l'eternità.

Blog

Il peccato è stato la peste più letale sulla faccia della Terra. Esso non ha soltanto contaminato la razza umana e gli animali, ma bensì tutto il pianeta Terra. C’era e c’è solo un modo per eliminare la maledizione del peccato: la morte del peccato. Ma come uccidere il peccato senza sacrificare il peccatore? Soltanto attraverso un sostituto del peccatore che fosse perfetto o senza peccato.

Il sostituto all’essere sacrificato, non poteva essere contaminato di peccato. È come se qualcuno volesse donare sangue impuro. Non potrebbe. Allo stesso modo è con il sostituto del peccatore: deve essere PERFETTO.

L’animale innocente e perfetto, sacrificato per coprire la “nudità” di Adamo e Eva ha caratterizzato l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo. Il sacrificio di quell’animale è servito per mantenere la razza umana viva, ma malata nell’anima e contaminata con il maledetto DNA del peccato. Così, l’umanità è cresciuta infettata.

Adamo e Eva continuarono a vivere, ma, SEPARATI dall’Altissimo.

Per far si che la razza umana potesse TORNARE alla comunione con Lui, Dio ha istituito le Leggi delle Offerte e dei sacrifici. Tali Leggi dovevano rispondere al principio della Fede. Immagina il peccatore che si avvicina a Dio con l’offerta di sacrificio in mano e pieno di odio nel cuore? Sarebbe possibile?

Offerte volontarie, offerte di sacrificio per il peccato e per la conquista, offerte raggiunte dai sacrifici pacifici e tutte le altre offerte e decime hanno i loro obiettivi ben distinti, però, ognuna di loro ha un significato ben distinto, ma tutte caricano Un Solo Spirito: Lo Spirito della Fede. Ha coraggio di salire sull’Altare e sacrificare soltanto colui al quale lo Spirito di Dio rivela la Fede.

Vescovo Edir Macedo
Vescovo Edir Macedo

Partecipa! Scrivi il tuo commento su questo post

Lo sai che puoi ricevere i messaggi del mio blog anche per e-mail